Gli Stati Uniti e i talebani hanno raggiunto un accordo di massima indirizzato al cessate il fuoco e a un previsto ritiro delle forze armate statunitensi dal territorio afghano.

    Francesco Brunello Zanitti, intervistato da Chiara Placenti di Radio InBlu, ha spiegato le ragioni alla base dell’accordo. Il sostanziale controllo di una buona parte dell’Afghanistan rappresenta un primo elemento fondamentale che permetterà ai talebani un riconoscimento internazionale e quindi avere un ruolo decisivo per il futuro del paese.

    I talebani, secondo le richieste statunitensi, dovrebbero abbandonare il sostegno ai gruppi terroristi in grado di recare danni agli interessi di Washington e allo stesso tempo intavolare una serie di trattative con il governo. In questo quadro è importante sottolineare il ruolo giocato dal Qatar e dal Pakistan.

    Tuttavia, è probabile che ciò possa aprire le porte a possibili scontri tra gli stessi talebani e Kabul, due forze contrapposte ancora in guerra. In aggiunta, è necessario comprendere come gli interessi statunitensi e occidentali possano essere tutelati in un’area che presenta un crescente attivismo da parte di Russia e Cina.