Il progressivo riavvicinamento dei rapporti bilaterali, le recenti visite ufficiali, nonché i comunicati rilasciati dal Ministero degli Esteri russo hanno fugato qualsiasi dubbio: Mosca è ritornata con una certa stabilità ad influenzare il cuore del continente africano.

    I rapporti di partenariato in materia militare stretti con Egitto, Sudan, Repubblica Centrafricana ed Angola puntano a tagliare longitudinalmente l’Africa e a ristabilire una sfera di influenza su una regione che sembrava definitivamente uscita dai radar russi dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica. A suscitare il maggior interesse delle cronache è stato il recente accordo di cooperazione militare tra la Russia e la Repubblica Centrafricana, così come ribadito dalla nota ufficiale rilasciata dal Ministero degli Esteri russo il 22 marzo scorso.